IL PROSCIUTTO “DI PRAGA”.
L’affumicatura come tecnica di conservazione si diffuse soprattutto dove era difficile trovare l’altro grande conservante universale: il sale. Quindi nelle zone distanti dal mare oppure in montagna. Si spiega forse così perché il prosciutto affumicato venga comunemente chiamato “Praga”: osservando infatti una cartina geografica si vede che la città di Praga è esattamente nel cuore dell’Europa, lontanissima da ogni mare e quindi dove l’approvvigionamento del sale risultasse verosimilmente più costoso che in altre zone.